Story

Prima di conoscere l'Italy BASS è giusto sapere cosa è la B.A.S.S.
 
La Bass Anglers Sportsman Society (B.A.S.S.) è una società formata da pescatori che praticano la pesca del black bass, questa disciplina sportiva meglio conosciuta come bassfishing si concentra sulla pesca del bass che può essere largemouth, smallmouth oppure il meno conosciuto spotted bass, il più famoso è sicuramente il largemouth bass, questo pesce è stato esportato dal Nord America in gran parte del mondo ed in Italia è denominato persico trota. Questa organizzazione che si occupa di tutto quello che riguarda la pesca di questo esemplare, conta oltre mezzo milione di membri, principalmente negli Stati Uniti d'America.
Nel 1967, Ray Scott (The Big Bass Boss) di Montgomery, Alabama, lanciò il concetto di pesca al bass competitiva, formando la Bass Anglers Sportsman Society. Nel 2001 l'emittente ESPN acquistò la BASS e portò il Bass Master Classic in diretta televisiva. Alla fine del 2010, gli uomini d'affari dell'Alabama, Don Logan, Jim Copeland, e Jerry McKinnis, formarono un gruppo proprietario per l'acquisto della BASS dall'emittente ESPN. Nel 2011, i nuovi proprietari hanno spostato il quartier generale della B.A.S.S. da Celebration, in Florida, a Birmingham, Alabama.

La società pubblica la rivista Bassmaster magazine, assieme ad altre pubblicazioni correlate, produce anche il programma televisivo settimanale The Bassmasters. La BASS è meglio conosciuta per i tornei di pesca sportiva che sponsorizza e promuove, il più famoso in assoluto è l'evento di campionato della sua serie primaria, il Bassmaster Classic. Il logo della società è uno scudo blu con un grande black bass che salta e rappresenta l'acronimo stesso della società.
La BASS è nata negli Stati Uniti d'America, ma negli anni ha raccolto membri situati in tutto il mondo grazie al programma BASS Nation. Il BASS Nation è una rete globale di club organizzati localmente i cui membri partecipano e supportano una serie di attività, tra cui tornei, iniziative di conservazione e programmi per i giovani. Ogni anno una coppia di bassmen Italiani che si qualifica tramite un circuito di gare nazionali, accede ad un torneo Americano dove i primi tre classificati guadagnano la partecipazione al "super bowl" della pesca al bass, il Bassmaster Classic.

La storia dell'Italy BASS Nation nasce nel 1997 grazie all'impegno e la passione di Paolo Vannini che assieme a Stefano Sammarchi e molti altri appassionati, riuscirono a portare Ray Scott in Italia per promuovere questa disciplina. Da allora la pesca del black bass in Italia è stata in continua ascesa. L'Italy BASS si impegna ogni anno per realizzare il torneo che offre la possibilità di andare in America e rincorrere il sogno di diventare bassmen professionisti. Per anni tutti i migliori atleti Italiani hanno tentato la qualifica attraverso una serie di tornei italiani, ma hanno sempre sfiorato la qualifica nel torneo di accesso finale che si tiene in America, dove concorrono tutti gli altri qualificati delle varie nazioni. Nel 2018 per la prima volta nella storia un Italiano Jacopo Gallelli, è riuscito nell'impresa e parteciperà al Bassmaster Classic del 2019 diventando di fatto il primo bassman professionista non solo d'Italia ma dell'Europa intera.
Attualmente l'Italy Bass Nation è guidata da Emanuele Turato con l'aiuto ed il supporto di un gruppo di volontari che mettono il loro tempo a disposizione per la divulgazione della pesca del black bass. Grazie al loro impegno questa disciplina continua a crescere di anno in anno, alzando sempre di più il livello tecnico dei partecipanti.

L'Italy Bass organizza molteplici eventi agonistici ma si occupa anche della conservation, che consiste per molti aspetti nella tutela ambientale e nella salvaguardia della specie dove questo è consentito. Il suo impegno è costante sia nella formazione dei giovani pescatori tramite il programma "Youth", sia nella divulgazione del Catch & Release. Quest'ultima pratica consiste nel saper maneggiare i pesci con molta cura, per poi reimmetterli in libertà subito dopo la cattura. il C&R garantisce la sopravvivenza dei pesci pescati e riduce moltissimo l'impatto ambientale della pesca sportiva. Allo stesso tempo i pescatori diventano le prime sentinelle della qualità ambientale e si impegnano a preservarne il più possibile la salute della stessa.
 

Iscriviti oggi all'Associazione Italy BASS Nation!

Iscriviti